lunedì 22 ottobre 2007

“Maledetti & Poeti”, Sabato, 27 Ottobre

Con l'appellativo di Poeti maledetti (Poètes maudits o anche solo Maudits) si definiscono quei poeti ai quali Paul Verlaine dedicò nel 1883 l'opera omonima. Essi vengono identificati principalmente in Tristan Corbière, Stéphane Mallarmé e Arthur Rimbaud; ma ai loro nomi vanno aggiunti, a buon titolo, anche quelli di Charles Baudelaire, l'ispiratore della poetica "maudite”.
Nella nostra locandina il “Coin de table” del pittore Fantin Latour (Un coin de table è un ritratto di gruppo ed anche una testimonianza sulla storia letteraria del XIX secolo, del movimento poetico del Parnaso. All'estremità di un tavolo, un gruppo di uomini sono riuniti dopo un pranzo. Tre sono in piedi, da sinistra a destra: Elzéar Bonnier, Emile Blémont, Jean Aicard. Cinque sono seduti,(da sinistra) Paul Verlaine e Arthur Rimbaud, Léon Valade, Ernest d'Hervilly, Camille Pelletan. Tutti sono vestiti di nero tranne uno, Camille Pelletan che, a differenza degli altri, non è un poeta ma un uomo politico. Emile Blémont che risalta sugli altri per la sua posizione centrale, acquista il quadro che dona al Louvre nel 1910.In questo ritratto sono assenti due personalità di rilievo: Charles Baudelaire, scomparso nel 1867, e alla cui figura il quadro doveva inizialmente rendere omaggio, Albert Mérat che non desiderava essere raffigurato in compagnia di due personaggi chiacchierati come Verlaine e Rimbaud e pertanto fu rimpiazzato da un bouquet di fiori sulla destra (Musée d’Orsay). Paul Verlaine e Arthur Rimbaud, i poeti maledetti più famosi e imitati dopo Charles Baudelaire, hanno liberato la poesia dai vecchi schemi;
Il Poeta si fa veggente, alchimista, il verso diventa musica!; “Bisogna essere moderni” gridava Rimbaud, “attraverso una sregolatezza spontanea, disinvolta” per arrivare alla verità!” il poeta si fa Prometeo che porta il fuoco agli uomini.

La la poesia è dunque un modo per cogliere l'essenza profonda della realtà, non quella che percepiamo, ma una più profonda ed inattingibile.
Un forte legame moderno coi "maudits" ed in particolare con Rimbaud si ravvisa nella poetica e nella musica di Jim Morrison. Arte & Dintorni propone una serata densa di poesia, musica e nuovi maledetti in un ambiente gotico, amato dai poeti, illuminato dalle candele, della buona musica, l’assenzio e … noi! Non mancate, vi aspettiamo per vivere e reinventare una notte da poeti e non solo…
Oriana
Staff “Arte & Dintorni”